Yoga, quali sono i benefici di questa disciplina fisica e mentale


Quali sono i benefici dello yoga, un gruppo di pratiche e discipline fisiche, mentali e spirituali originariamente indiane? Vediamolo insieme.

Come prima cosa, però, è importante capire di cosa stiamo parlando. Dunque, cos’è lo yoga?

Cos’è lo yoga ed il suo significato

Come abbiamo detto all’inizio di questo articolo, yoga è un nome che raggruppa un insieme di pratiche e discipline fisiche, mentali e spirituali originariamente indiane. Rappresenta una delle sei scuole ortodosse tradizionali filosofiche indù.
Vi è una grande varietà di correnti di pensiero, tecniche e obbiettivi yoga, che non si radicano solo nell’induismo, ma anche nel buddismo e nel jainismo.
Nel mondo occidentale, il termine “yoga” è invece associato a una forma moderna di “Hata” yoga, che include la pratica fisica di determinate posture / figure chiamate “asana”.

Yoga moderno

Se escludiamo le tradizioni asiatiche buddista, induista e giainista, il termine “yoga” è generalmente sinonimo dei suoi asana (posture) o comunque di una forma di esercizio fisico. Quest’attitudine è stata adottata come una vera e propria tendenza culturale sia in Europa che Nord America, a partire dalla prima metà del XX secolo.
Negli anni lo yoga è diventato un linguaggio universale di esercizi spirituali, attraversando le barriere religiose e culturali. Ogni giorno, milioni di persone praticano lo yoga per migliorare la propria salute e il benessere generale, ed è per questo che si tratta di una disciplina che viene spesso incoraggiata dal momento che comporta numerosi benefici.

I benefici dello yoga

Praticare yoga comporta diversi benefici sia a livello fisico che a livello mentale. Vediamoli insieme più nello specifico.

Benefici fisici dello yoga

Lo yoga moderno viene utilizzato a scopo posturale e per favorire il rilassamento psico-fisico, per ridurre lo stress e per migliorare varie condizioni disagevoli.
Questa viene considerata come un esercizio a basso impatto, che può fornire gli stessi benefici di qualsiasi altra attività similare ( come, ad esempio, il Pilates) riducendo lo stress e migliorando le complicazioni di uno stile di vista sedentario. Viene promosso, in particolare, come terapia motoria di routine e come sistema per rafforzare ed equilibrare l’organismo. In tal senso la pratica degli asana è di certo il metodo più efficacie e, per di più, ha un ottimo impatto sulla salute mentale.

Dunque, si ritiene che lo yoga “come esercizio fisico” possa essere un eccellente allenamento per bambini e adolescenti, anche per il suo effetto positivo sulla respirazione, sulla concentrazione, sulla consapevolezza e sullo stress. Molte scuole hanno preso in considerazione l’integrazione dei programmi di educazione fisica con lo yoga.

Benefici mentali dello yoga

Per quanto riguarda i benefici mentali dello yoga, alcuni studi hanno evidenziato che lo yoga è associato a una migliore regolazione del sistema nervoso simpatico e del sistema ipotalamico-pituitario-surrenale, oltre a una diminuzione dei sintomi depressivi e ansiosi in una vasta gamma di popolazioni.
Inoltre, vi sono alcuni studiosi clinici che hanno riportato un esito positivo su un’analisi dello yoga come intervento complementare nei pazienti oncologici, al fine di ridurre la depressione, l’insonnia, il dolore e l’affaticamento, e per aumentare il controllo dell’ansia.

Controindicazioni dello yoga

Alcuni membri della comunità medica considerano significativi i risultati della ricerca sullo yoga, mentre altri riportano molte perplessità, che vanno a minare i risultati ottenuti.

Infatti, alcuni di coloro che praticano yoga posturale possono accusare lesioni fisiche in maniera analoga a quanto avviene negli altri sport. Uno studio specifico ha rilevato una certa incidenza di lesioni alla schiena provocate proprio dallo yoga.

C’è comunque da dire che la quasi totalità degli effetti negativi dello yoga sono principalmente causati dalla mancanza di preparazione dei principianti e dalla eccessiva competitività degli istruttori. La certificazione per diventare istruttore di yoga è spesso caratterizzata da un addestramento insufficiente. Non tutti gli istruttori appena formati raccomandano la giusta prudenza e, a loro volta, gli allievi principianti tendono a sottovalutare la pericolosità di questa attività

Da un’iperestensione del collo si può verificare la dissezione dell’arteria vertebrale, una lesione di un vaso che fornisce sangue al cervello. Questa è una condizione molto grave, che può provocare anche ictus, e non è estranea alla pratica dello yoga posturale.

La pratica dello yoga ha anche portato a varie forme di lacerazione acetabolare, un danno alla struttura che unisce il femore all’anca.