Calendario Formula 1, quando riprenderanno le gare


Il calendario della Formula 1 è ancora in divenire a causa della pandemia da Coronavirus. Di certo sappiamo che si inizierà in Austria nel week end del 5 luglio con quasi quattro mesi di ritardo rispetto al programma originale.
Ad oggi, però, sono solamente otto le gare ufficializzate da Liberty Media in questo nuovo calendario della Formula1 (il numero minimo affinché si possa assegnare il titolo iridato).

L’obiettivo dei vertici della Formula 1 è però quello di almeno raddoppiare il numero degli eventi in calendario. Per questo si sta trattando con i responsabili di diversi circuiti europei (Imola e il Mugello per una possibile seconda tappa italiana dopo Monza, ma anche Portimao sul quale si paventa addirittura un doppio appuntamento), ma non solo.
In seguito alla cancellazione definitiva dei GP dell’Azerbaijan, Singapore e Giappone, la F1 per il nuovo calendario sta cercando nuove soluzioni anche in Medio Oriente e Asia orientale, anche in Paesi dove l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del CoVid-19 è in fase ascendente.

Ipotesi di due GP a Shanghai

Il caso più emblematico per quanto riguarda la compilazione del nuovo calendario delle gare di Formula 1 è quello che riguarda la Cina dove, nonostante l’aumento esponenziale dei contagiati a Pechino che ha portato gli organi di Governo ad avviare una nuova fase di “lockdown” in alcune aree della metropoli, si valuta l’ipotesi di ospitare due GP in questa stagione.
La conferma è arrivata da Xu Bin, capo del dipartimento sportivo di Shanghai, che ha svelato come l’ipotesi di due gare sullo Shanghai International Circuit nel giro di 7 giorni non sia ancora stata scartata. Oltre che alla situazione sanitaria, la doppia gara in Cina è legata anche alla conferma o meno del GP del Vietnam di Hanoi che, come il GP cinese, è presente ancora in calendario ma con lo status di “posticipato”, senza quindi alcuna data definita.

Possibilità di inserire nel calendario delle gare di Formula 1 il circuito ‘ovale’ del Bahrain

Ma quello di Shanghai non è l’unico circuito sul quale si sta pensando di raddoppiare l’appuntamento con la Formula 1 2020. Lo stesso discorso si sta facendo anche per il GP del Bahrain dove si pensa ad una gara sul classico circuito di Sakhir seguita, a distanza di una settimana, da un’altra corsa sul tracciato “quasi ovale” esterno. L’idea piace molto al direttore generale dell’area sportiva della Formula 1 Ross Brawn che qualche giorno fa aveva annunciato di vagliare anche questa possibilità.
Nonostante la sorpresa iniziale, i responsabili del circuito hanno fatto sapere che si tratta di una strada percorribile.

Nuovo calendario ufficiale delle gare di Formula 1 2020

  • 5 luglio Zeltweg (Gp Austria)
  • 12 luglio Zeltweg (Gp Austria)
  • 19 luglio Budapest (Gp Ungheria)
  • 2 agosto Silverstone (Gp Gran Bretagna)
  • 9 agosto Silverstone (Gp Gran Bretagna)
  • 16 agosto Barcellona (Gp Spagna)
  • 30 agosto Spa (Gp Belgio)
  • 6 settembre Monza (Gp Italia)

Ipotesi calendario F1 da settembre a dicembre

  • 27 settembre Sochi (Gp Russia)
  • 4 ottobre Shanghai (Gp Cina)
  • 25 ottobre Austin (Gp Usa)
  • 1° novembre Città del Messico (Messico)
  • 8 novembre Interlagos (Gp Brasile)
  • 22 novembre Hanoi (Gp Vietnam)
  • 29 novembre Sakhir (Gp Bahrain)
  • 6 dicembre Sakhir (Gp Bahrain)
  • 13 dicembre Abu Dhabi (Emirati Arabi)