Le varianti del poker


Chi ha sentito parlare di poker soltanto nei film probabilmente non è a conoscenza del fatto che esistono tantissime varianti di questo popolare gioco di carte.
Infatti, se negli ultimi anni il Texas Hold’em è senza dubbio diventata la variante più famosa, popolare e giocata di tutto il mondo, è importante sapere che il gioco del poker comprende tantissimi giochi di carte, dove la fortuna la fa spesso da padrona.

Come sia nato questo ormai famosissimo gioco di carte non è molto chiaro, ma di sicuro c’è che poker è diventato particolarmente conosciuto negli USA dove ha preso inizialmente piede. Ed infatti è proprio qui che sono nate anche tantissime varianti di questo gioco.

Per quanto riguarda il nostro Paese, in Italia la situazione è leggermente diversa.
Infatti, per la maggior parte dei giocatori del Belpaese, il poker è ancora quello a cinque carte. Quello che, appunto, viene definito, all’italiana.
In Italia le molteplici tipologie di questo gioco non hanno spopolato come oltreoceano anche se non mancano i vari appassionati.
Anche qui, la maggior parte del mercato è comunque dominato dal Texas Hold’em, la variante forse più semplice da apprendere.

Vediamo, quindi, quali sono le varianti del poker più conosciute.

Community card poker

Come abbiamo più volte detto, la variante del poker più nota e praticata è ovviamente il Texas Hold’em. E questo grazie anche alla sua semplicità nelle regole. Infatti, per capire come si gioca a poker  Texas Hold’em non ci vuole molto: si devono tenere due carte in mano che devono riuscire a combinarsi con le cinque che si trovano nel board (sul tavolo) e sono comuni a tutti  gli altri. Lo scopo è quello di chiudere con la combinazione più alta possibile.

Leggermente più complessa è invece la tipologia del poker Omaha. In questo caso le carte in mano sono quattro per ogni giocatore e se ne devono utilizzare obbligatoriamente 2 da combinare con 3 delle 5 carte presenti sul tavolo e comuni a tutti. Inoltre, bisogna dire che ci sono anche numerose varianti dello stesso Omaha che rendono questo particolare gioco più complesso ed anche divertente.

Inoltre, ci sono poi altre varietà del gioco del poker decisamente molto meno famose. Tra questi vi è il Pineapple, dove si hanno tre carte in mano. Di questo si hanno poi le varianti del Crazy Pineapple ed il Lazy Pineapple.
Si possono trovare anche altre varianti nazionali come il Greek Hold’em, il Manila Hold’em, il Cincinnati Poker, l’Estonian Twist e molti altri.

Draw poker

Fanno parte della famiglia del Draw Poker tutti quei giochi nei quali non si hanno molte informazioni ma si ha la possibilità di cambiare alcune delle nostre carte. Tra questi giochi rientra, appunto, il poker all’italiana denominato anche Five-Card Draw.
Tra questi rientrano anche il California Lowball ed il Badugi, dove lo scopo è quello di formare la combinazione più bassa possibile.
Tra questi possiamo anche citare il Deuce to Seven e lo Shotgun.

 

Stud poker

I giochi Stud sono diventati piuttosto popolari negli USA intorno agli anni ’70. Si tratta di particolari giochi del poker nel quale i giocatori ricevono alcune carte che sono coperte ed altre che sono scoperte e quindi visibili agli altri giocatori.
La variante più famosa è quasi certamente il Seven card Stud: i giocatori ricevono due carte coperte ed una visibile a tutti all’inizio della mano. A fine turno ogni giocatore ha in mano in totale tre carte coperte e quattro scoperte.

Mixed Games e altre varianti

Ma se proprio non riuscite a scegliere a quale variante di quelle precedentemente illustrate giocare, potete optare per i Mixed Games. Tra questi il più noto è senza dubbio l’H.O.R.S.E. il quale comprende: Hold’em, Omaha, Razz, Stud ed Eight or Better.
Ma vi sono anche giochi ancora più allargati come l’8-game Mix oppure il 10-game Mix.

Tags