Dislessia, sintomi e come riconoscerla


La dislessia, ma anche disortografia, disgrafia o discalculia, è un disturbo molto diffuso, ma poco conosciuto. Viene chiamata anche DSA e riguarda disturbi del neurosviluppo che mette in difficoltà la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto. Il disturbo si manifesta con l’inizio della scuola, quando si inizia, quindi, a scrivere, a leggere e a fare i calcoli.

La DSA si divide in quattro gruppi che riguardano una delle capacità compromesse: la scrittura, la lettura e i calcoli. Il disturbo della lettura si chiama dislessia e si ha difficoltà a decodificare il testo che si deve leggere. La disortografia è quella che riguarda la difficoltà delle competenze ortografie e fonografiche. La disgrafia, invece, riguarda un disturbo della grafia che si manifesta con difficoltà nell’abilità motoria della scrittura. La discalculia è il disturno nell’abilità di numero e di calcolo.

Questi quattro disturbi non sono causati da un deficit di intelligenza, da problemi ambientali, psicologi o sensoriali, ma da diverse modalità di funzionamento delle reti neuronali che sono coinvolti in questi processi. Vediamo nel dettaglio come si manifesta, quali sono i sintomi dislessia e come si può trovare un aiuto dislessia, ma anche per gli altri disturbi.

Sintomi 

Questi disturbi, in Italia, sono poco conosciuti, nonostante si afferma che, almeno un alunno per classe che soffre di uno di questi disturbi, esiste. Leggere, scrivere e calcolare sono degli atti semplici che non si riesce a comprendere la difficoltà dei bambini che soffrono di questi disturbi e spesso si associano alla mancanza di volontà.

Per riconoscere uno di questi disturbi si deve stare attenti a ciò che fa il bambino. I sintomi sono: non dire neanche una parola superato l’anno di età, mescola i suoni nelle parole, non riesce a trovare parole che fanno rima superati i quattro anni, ha difficoltà ad allacciarsi le scarpe dopo i cinque anni, non riesce a gestire lo spazio, la destra, la sinistra, sopra e sotto, non riesce ad imparare le lettere dell’alfabeto, non riesce a mantenere una matita in mano e fa difficoltà a costruire le frasi.

Test

Esistono dei test dislessia, o per gli altri disturbi, per aiutare il bambino a superare il disturbo, grazie anche all’aiuto di un esperto che sceglierà la terapia giusta per lui/lei.