Yuan: la valuta è al top


Un anno che apre al top per Yuan, la valuta cinese. I motivi possono essere differenti, sicuramente conta moltissimo la forte ripresa economica della Cina ma non solo, si tratta di un ottimo periodo per questa valuta che, a differenza di altre, osserva il mondo con curiosa voracità tanto da far paura a troppi.

Il cambio è sempre particolarmente interessante, è noto però che la moneta cinese ha avuto un periodo di fiacca a metà 2020 per poi ripartire alla grande. Non è solo la volata economica ma, per analisti di calibro internazionale come quelli di MPS Capital Service a far avanzare la moneta sono i rapporti politici e dunque ancora poco si sa della nuova amministrazione Usa e dei rapporti con la Cina ma di certo qualcosa dovrà cambiare e, secondo tanti, andrà meglio.

La valuta poi sta iniziando un nuovo corso: quello di diventare digitale a tutti gli effetti ed allora ad osservarla sono davvero parecchi.

Il rapporto tra la valuta cinese e l’Euro per il 2021

In tanti si chiedono sempre come andrà a finire: intanto gli analisti considerano l’anno come quello del yuan infatti basta vedere i rapporti di cambio e  quanti sono gli italiani che iniziano ad investire grazie a https://yuanpaygroup.org/it/, se si è intenzionati a scoprire questa nuova valuta è bene conoscere che, i migliori analisti, parlano di un rapporto  EuroDollaro verso 1,16 da qui a sei mesi mentre quello tra l’Euro e Yuan resta a livelli più bassi. Conviene dunque pensarci bene: il dato di fatto da non dimenticare è che la Cina è sempre più forte sui mercati valutari.

La Cina sceglie il digitale

Non si tratta di una criptovaluta: e vi spiegheremo perchè, è comunque una scelta dovuta ad una attenta analisi non casuale dei mercati ed in particolare allo sviluppo del Paese completamente orientato al virtuale e digitale, stiamo parlando, e lo sappiamo, devi colossi internazionali della tecnologia, è chiaro che anche la moneta si deve adeguare alle novità! 

La novità piace già ai cinesi che non sono solo incuriositi dall’uso di una valuta digitale ma sono anche attratti dalle proposte della Banca Centrale.  E’ di questi  giorni la sperimentazione che raggiungerà quasi tutta la popolazione, infatti a breve raggiungerà la cifra di 110 milioni di yuan digitale dunque moltissime persone impegnate nel provare l’uso di questa valuta virtuale, con yuan digitale si possono effettuare acquisti comuni giornalieri, nei negozi fisici, pagare professionisti e persino hotel come ovviamente fare acquisti sul web. L’e-yuan, conosciuta anche come “valuta digitale di pagamento elettronico” (Dcep) è un vero e proprio progetto innovativo che coinvolge i cinesi d’altronde stiamo parlando di un Paese quasi completamente innovativo e digitalizzato. Di questo passo la Cina sarà il primo Paese al mondo ad abolire il contante? 

Perchè la Cina sceglie il digitale

La scelta di una moneta digitale per la Cina non è certo nuova i motivi sulla nascita certa dell’eYuan sono davvero tanti da quelli politici a quelli strategici, qualcuno ovviamente mormora che, alla base di tutto ci possa essere la volontà di controllare la popolazione, altri invece sono convinti si tratti di una importante necessità di internazionalizzare al meglio il business mentre Pechino ancora non ha detto nulla, si lavora a capo chino su un progetto che deve diventare importante. 

Si tratta di una moneta digitale che nulla ha a che fare con i Bitcoin questo deve essere chiaro: infatti basta pensare che a controllare il Yuan c’è la Banca Nazionale ed è subito chiaro il motivo per cui non può essere per nulla simile alla criptovaluta ma è anche chiaro il motivo per cui alla Cina sia utile: in questo modo tutto è tracciato, l’evasione ed il crimine sicuramente non ne potranno trarre profitto.