Lavatrice e lavastoviglie: il dilemma sul design in cucina


Al giorno d’oggi non è raro trovare persone che abitano in appartamenti poco spaziosi. In casi simili è necessario ottimizzare al meglio lo spazio e questo influisce sulla scelta dell’arredamento. Molte soluzioni adoperate sono legate alla funzionalità così che nella casa non manchino i comfort, ma le stanze non siano troppo cariche di mobili. 

Una delle soluzioni più comuni e allo stesso tempo più discusse è quella di mettere in cucina non solo la lavastoviglie, ma anche la lavatrice. Ebbene sì: la cucina giocattolo con lavatrice con cui alcuni di noi giocavano da bambini è diventata realtà. 

Avere una cucina con una zona dedicata al lavaggio non è inusuale, anche se suscita ancora qualche perplessità. È davvero una soluzione praticabile? È un brutto colpo per l’occhio vedere lavatrice e lavastoviglie nella stessa stanza?

In realtà, non c’è nulla di male nel tenere i due elettrodomestici nella stessa stanza, anche se è opportuno adottare alcune accortezze. Innanzitutto non bisogna affiancare la lavatrice alla lavastoviglie poiché potrebbero esserci problemi con la centrifuga. Inoltre, sarà necessario regolarsi bene con gli orari per fare il bucato e per cucinare. Altrimenti, si rischia di avere panni che odorano di cibo o di mangiare con l’odore di detersivo nell’aria. È importante anche fare attenzioni alle dimensioni della lavatrice considerando anche lo spazio che serve per aprire l’oblò. Se non c’è spazio sufficiente, si può pensare a una lavatrice slim o a una con il caricamento dall’alto.  

Un’altra accortezza sarebbe quella di vedere che la lavatrice abbia dei piedini ben fissati al pavimento. In caso contrario le vibrazioni della centrifuga sarebbero talmente forti da danneggiare i mobili intorno. E se è facile trovare un tecnico esperto della riparazione di lavatrici, non lo è altrettanto trovare un falegname che ripari i mobili.

Se non si ha abbastanza spazio ma non si vuole proprio accettare l’immagine della lavatrice in cucina, si può sempre cercare di nasconderla. Esistono modelli di lavatrici a incasso che possono essere inserite all’interno dei mobili della cucina così da mimetizzarsi con il resto dell’arredamento. Un’altra soluzione praticabile potrebbe essere quella di usare delle ante a soffietto per chiudere la zona del lavaggio oppure usare le colonne Pocket, ante rientranti a scomparsa nelle fiancate. Queste ante potrebbero anche nascondere il cesto dei panni sporchi, il contenitore dei detersivi, il ferro da stiro e tutto ciò che riguarda la pulizia degli indumenti. 

Avere una lavatrice in cucina potrebbe anche essere un elemento di originalità per la propria casa. Quindi, andrebbe valorizzato. Invece di nascondere la lavatrice, si potrebbe giocare con il design. Esistono diversi modelli leggermente bombati o ricchi dal punto di vista della forma. Per quanto riguarda il colore, solitamente le lavatrici sono bianche, tono che facilmente può omologarsi con altre sfumature di colore. In alternativa, ci sono anche elettrodomestici colorati.

Avere una lavatrice e lavastoviglie insieme nella stessa stanza è frutto di un’esigenza pratica. Ma non è detto che si debba sacrificare il gusto per l’arredamento!