Lo slancio del bilanciere è il migliore esercizio da fare con i pesi


Lo slancio del bilanciere è un esercizio di preparazione fisica che chiunque può imparare a fare ed è anche una delle due specialità del sollevamento olimpico che abbiamo potuto osservare in questi giorni alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Infatti, l’esercizio dello slancio del bilanciere lo abbiamo riscoperto negli ultimi giorni grazie alle bellissime medaglie conquistate da Mirko Zanni (bronzo) e da Giorgia Bordignon (argento).
L’esercizio dello slancio del bilanciere, o clean & jerk nella traduzione inglese, lo si può trovare alla base di qualsiasi programma di preparazione atletica.
Occorrono forza, veloce ed esplosiva, coordinazione, equilibrio, potenza e controllo del corpo per poter eseguire correttamente questo slancio di pesistica che soltanto all’apparenza è un esercizio di forza bruta ma che, in realtà nasconde dietro di sé una grandissima tecnica, precisione e atletismo. Motivi per i quali è ritornato a essere un esercizio fondamentale di allenamento in moltissimi sport.

Slancio del bilanciere: spiegazione

Al contrario di quanto accade nello strappo (altro esercizio del sollevamento pesi olimpico che viene svolto in un unico movimento), lo slancio del bilanciere, o clean & jerk nella traduzione inglese, si svolge in due movimenti ben definiti: il primo riguarda lo stacco del bilanciere da terra al momento in cui lo si incastra all’altezza delle spalle; il secondo fa riferimento al movimento che, per merito anche della spinta delle gambe, porta il bilanciere sopra la testa con le braccia distese.
Queste due fasi dello slancio del bilanciere vengono anche comunemente definite Girata e Spinta, e si suddividono a loro volta in 4 fasi:

1. Stacco (fase preparatoria e stacco)
2. Tirata (caricamento e tirata)
3. Incastro (fase aerea e incastro)
4. Conclusione (risalita e fissaggio)

5. Pretensionamento (fase preparatoria e caricamento)
6. Spinta (spinta e fase aerea)
7. Incastro
8. Conclusione (fase di rientro e fase conclusiva)

Spiegazione su come eseguire lo slancio del bilanciere

Come abbastanza evidente, lo slancio del bilanciere non è un esercizio nel quale ci si può improvvisare senza un’accurata preparazione. E’ importante imparare la corretta tecnica di esecuzione di questo esercizio per evitare di commettere errori che possano compromettere la salute di chi lo svolge.
Il primo passo, dunque, è quello di imparare correttamente la sua tecnica di esecuzione senza sovraccaricare con i pesi il bilanciere.
Come abbiamo avuto modo di dire più volte, la tecnica di esecuzione di questo esercizio non è affatto banale come potrebbe sembrare. Al contrario, è estremamente raffinata, motivo per cui è indispensabile avere al proprio fianco un coach esperto che sia in grado di guidarci nell’apprendimento corretto di questo esercizio fin dalle sue prime esecuzioni.
Uno dei principali escamotage che vengono utilizzati nel corso delle prime ripetizioni, oltre a quello di prevedere l’esecuzione del movimento esclusivamente del bilanciere senza dischi, è anche quello di partire con il bilanciere già staccato da terra, appoggiato su dei rialzi. Soltanto in un secondo momento, poi, si potrà iniziare ad inserire qualche carico e lavorare anche sulla velocità di esecuzione e sull’azione muscolare e l’esecuzione delle 8 fasi che abbiamo avuto modo di conoscere prima.