RANOCCHIA RACCONTA IL SUO ADDIO AL CALCIO

Andrea Ranocchia si è ritirato nel settembre 2022, dando prova di grande onestà intellettuale e professionalità dopo aver rimediato un grave infortunio al Monza. L’ex difensore umbro ha raccontato l’attualità calcistica, a proposito della quale si esprime da opinionista negli studi Mediaset, e alcuni aneddoti relativi alla sua carriera, in un’interessante intervista esclusiva a sitiscommesse.com.

Il discorso non può che partire dall’Inter, sua squadra del cuore nella quale ha militato dal 2011 al 2022, indossando anche la fascia da capitano nella stagione 2014-15 dopo averla ereditata da sua maestà Javier Zanetti. Ranocchia non ha mai rubato l’occhio e sicuramente non era uno dei primi giocatori da prendere al fantacalcio vista la vena realizzativa non eccelsa e il ruolo da difensore, ma il classe 1988 si è sempre fatto apprezzare per la sua dedizione al lavoro. Quella che lo ha portato, nel 2011, a indossare la maglia nerazzurra: “Quando sono arrivato non ci capivo niente. Sono stato trasportato dal Genoa che comunque era una squadra di Serie A però di livello più basso, a una squadra che sei mesi prima aveva alzato tutto quello che poteva alzare a livello di trofei. Quindi mi son ritrovato nello stesso spogliatoio con quei campioni che magari ammiravo qualche mese prima in TV. Lo stupore più grande è che sono stati tutti bravissimi con me, mi hanno accolto benissimo. Non c’è stato un giocatore che mi abbia messo in difficoltà”.

E sulla squadra fresca di scudetto e festa, Ranocchia afferma che due giocatori lo hanno stupito in particolare: “Thuram sicuramente. Io ci ho giocato contro qualche anno fa ma lui giocava esterno, era bravo, vedevo che c’era qualità però non in un altro ruolo. Invece quest’anno mi ha veramente stupito perché è un giocatore che si è adattato subito al calcio italiano che non è facile per niente. E poi perché è un giocatore che, da difensore, posso dirti che è difficile da marcare perché può andare in profondità, ti può venire incontro, riesce a capire sempre quando deve tenere il pallone, quando deve prendere fallo, quando deve giocare di prima… quindi è uno dei giocatori che mi ha stupito, oltre a Sommer. Sommer era un altro che non credevo potesse incidere così tanto, invece ha personalità. Seppur l’Inter è una squadra che subisce poco e che ha subito poco a livello difensivo in tutto il campionato, però quando c’era il momento in cui doveva parare ha sempre parato. Questi sono i due giocatori che mi hanno impressionato e stupito di più”.

RANOCCHIA E L’ADDIO AL CALCIO

Dopo la fine della sua avventura con l’Inter, ecco il passaggio al Monza che però – come detto – è stato molto breve. Ranocchia racconta così com’è maturata la sua decisione di dire addio al calcio giocato.

L’infortunio ha inciso al 90% sulla mia decisione. Io ero stanco, anche a livello mentale, non avevo più quell’entusiasmo di qualche anno prima, mi pesava andare al campo a fare allenamento, mi pesavano le trasferte e avevo questi sentori un po’ strani. Che poi è stato anche difficile da capire da parte mia, perché dicevo: io ho fatto questo per tutta la vita, mi son sempre divertito e adesso che sta succedendo? Ti destabilizza anche a livello personale, interno. Poi l’infortunio ha inciso tanto, nel senso che io sapevo che dovevo star fuori tre-quattro mesi, sapevo che comunque ci sarebbe voluto, per l’età che avevo e per il fisico che ho, un mese e mezzo per tornare a essere competitivo e mi sarei trascinato fino a febbraio così, visto che era successo a fine agosto. Quindi lì ho maturato la decisione. Ho chiamato il dottor Galliani, ho detto: “guardi è inutile che la prendo in giro, se lei accetta io rescinderei e la finiamo così”. A malincuore, perché mi è dispiaciuto fare quella chiamata perché lui credeva tanto in me, però comunque a livello societario non avrebbe inciso molto, il mercato era aperto e loro avrebbero dovuto comprare un altro giocatore al posto mio. Infatti hanno comprato Izzo”.

The Original Stark Magazine è un portale multitematico, il cui focus è la messa online di notizie fresche, guide e rubriche sempre aggiornate. Su Tosm.it si trovano notizie inerenti a economia e finanza, scienza e tecnologia, business e startup, salute e benessere, sport, famiglia, tempo libero e molto altro.