Cosa deve fare un’agenzia di scommesse online per entrare nel mercato legale italiano?


Il mondo delle scommesse online è, ormai, diventato molto diffuso, soprattutto in Italia. La sua diffusione, però, porta anche molta attenzione sull’argomento. Un sito di scommesse online deve essere legale, altrimenti si può incorrere in truffe ed episodi spiacevoli. 

Molti si chiedono cosa deve fare un’agenzia di scommesse online per entrare nel mercato legale italiano? 

Entrare nel mondo delle scommesse online non è poi così semplice. Il primo passo da fare è quello di investire una somma di denaro che va dai 300 mila euro a 1.500.000 di euro per ottenere una licenza AAMS. Per poter ottenere questa licenza, si deve avere una sede in Italia che permetta di pagare regolarmente le tasse, senza dimenticare che l’Italia è uno dei paesi con una pressione fiscale fra le più alte al mondo. 

Per farsi un’idea di quali sono i siti legali che operano in Italia e da cui si può prendere spunto, basta visitare Pronosticisulweb.com

Cos’è una licenza AAMS? 

I siti legali in Italia sono quelli dotati della licenza AAMS, un’amministrazione che rilascia periodicamente e dopo diversi controlli, le autorizzazioni che consentono ai bookmakers e ai casinò online di operare in Italia. La licenza AAMS è una sicurezza sia per l’operatore che fornisce il sito scommesse, sia per il giocatore che lo utilizza. L’AAMS si occupa del controllo delle regole nel mondo delle scommesse, promuovendo il gioco responsabile, la trasparenza e verifica la legalità degli operatori. 

Ma come si ottiene una licenza AAMS? Il procedimento non è né facile e né economico e prima di tutto si deve disporre dei requisiti giusti per ricevere la concessione. Dopodiché si devono avviare delle procedure burocratiche con l’invio di richieste, certificati e documenti che serviranno all’AAMS per fare le sue valutazioni. I requisiti necessari per ottenere una licenza AAMS sono: 

  • costituzione in forma di società italiana di capitali
  • esercizio dell’attività di gestione giochi in uno dei paesi della Comunità Europea con fatturato uguale o maggiore a 1,5€ milioni negli ultimi 2 anni
  • possesso di capacità gestionali e garanzie bancarie pari o maggiori a 1,5€ milioni
  • affidabilità ed onestà
  • residenza delle strutture tecnologiche in uno degli stati membri
  • versamento pari a 350.000€ all’AAMS per la gestione tecnica, amministrativa e di controllo
  • trasmettere informazioni anche protette da privacy all’AAMS
  • creare un contratto con il giocatore.

Ma cosa accade se si opera senza disporre di una licenza AAMS? L’AAMS controlla tutti i siti e quelli non legali vengono subito oscurati, ma può capitare che qualcuno di questi sfugga all’occhio vigile dell’Agenzia. Se un sito sembra offrire quote convenienti, si deve prima pensare e poi agire, perché si potrebbe rischiare di perdere somme di denaro e eventuali vincite. Non appena l’AAMS si rende conto che il sito non è legale, lo oscura e tutto ciò che è stato investito o che è stato vinto viene perso. 

Bisogna sempre fare attenzione e assicurarsi che i siti che si usano per realizzare scommesse devono essere regolamentati dalla licenza AAMS.