Cosa devi fare per convertire i tuoi Bitcoin in monete reali?


Bitcoin e moneta elettronica sono concetti simili, ma ci sono delle differenze significative. Qui di seguito le differenze più importanti tra i due.

La moneta elettronica è un metodo di pagamento in determinate valute senza banconote o monete. Il metodo di pagamento include pagamento online o pagamenti contactless, i quali sono spesso usati in negozi o quando paghi per i treni. Molte persone utilizzano già la moneta elettronica nella loro quotidianità. La moneta elettronica è conveniente e veloce. Non devi fisicamente tirare fuori monete o banconote dal portafoglio.

Anche i Bitcoin non hanno banconote o monete e offrono tutti i benefici di una moneta elettronica, inclusi velocità e convenienza. In questo contesto, ha senso pensare che il bitcoin come una moneta elettronica. Comunque, il bitcoin è più di questo. La moneta elettronica è usata, di solito, come un metodo di pagamento in alcuni paesi.

Ad esempio, in Giappone, la moneta elettronica è usata al posto di banconote o monete di Yen. Comunque, gli utenti mettono i loro Yen sui loro account bancari o li depositano attraverso gli ATM. Puoi visitare siti come https://bitqs.it per iniziare ad imparare sul trading online in Bitcoin.

Questo è, virtualmente, la stessa cosa di pagare in Yen, con o senza valute fisiche. Comunque, con il bitcoin non c’è bisogno di mettere denaro sul proprio account o depositare monete agli ATM. In modo da usare i bitcoin, si deve prima cambiare le valute esistenti, come lo Yen, in Bitcoin. Una volta convertiti, si possono fare acquisti con i Bitcoin.

Una volta completato il cambio, le transazioni in bitcoin o in moneta elettronica sono simili. Devi solo pagare ad uno store o un sito che accetta bitcoin. I Bitcoin sono inviati al venditore e allo stesso tempo, la stessa somma di Bitcoin viene presa dal portafoglio digitale dell’utente.

Infine, il Bitcoin è una valuta come il dollaro o lo yen. La moneta elettronica è un sistema sviluppato di metodo di pagamento che non usa banconote o monete. Così, le valute digitali non sono come la moneta elettronica.

Il tasso del Bitcoin viene calcolato attraverso un network globale

Ma, come lavora il sistema dei Bitcoin? Il valore del Bitcoin non è determinato da una banca centrale, ma è calcolato in tutto il mondo tramite un sistema decentralizzato. Un cliente Bitcoin e una connessione internet sono richieste per entrare a far parte del network. I clienti del Bitcoin gestiscono un portafoglio digitale. Anche gli uomini d’affari che offrono ai propri clienti il ​​pagamento con Bitcoin ne hanno bisogno. Ciò è possibile, ad esempio, in vari negozi e ristoranti online.

Tutte le transazioni fatte con i Bitcoin sono archiviate pubblicamente e in maniera trasparente in un enorme database (blockchain). La grandezza era di 135GB a settembre 2017. Il blockchain agisce come un estratto conto, e nuovi elementi sono regolarmente aggiunti alla sua estremità inferiore. Ci sono numerose copie dei mondiali database di blockchain, che sono continuamente aggiornati da volontari. Il sistema di blockchain, si suppone, che offra una protezione sufficiente contro i truffatori a causa della struttura decentralizzata e fornisce informazioni su tutte le transazioni mai effettuate con Bitcoin.

I proprietari di Bitcoin restano anonimi

Mentre il blockchain è pubblicamente visibile, i proprietari di bitcoin restano anonimi. Solo loro possono effettuare transazioni. Un indirizzo Bitcoin e la password associata sono richiesti per l’accesso ai bitcoin. Se questa password viene persa, i bitcoin che si trovano sotto questo account digitale non sono più disponibili.

Il proprietario deve affrontare una perdita totale. A causa dell’anonimato dei pagamenti, la criptovaluta sta diventando sempre più popolare tra i criminali. Vari Trojan di crittografia richiedono già che le loro vittime effettuino trasferimenti su Bitcoin per decrittografare i dispositivi dirottati.

L’offerta di moneta in bitcoin è limitata a 21 milioni di bitcoin

Come puoi ottenere Bitcoin? I bitcoin vengono creati quando fornisci volontariamente la capacità di elaborazione richiesta per gestire le transazioni Bitcoin. Coloro che aiutano (miners) devono confermare le transazioni, che vengono inserite in blocco nel blockchain. L’offerta di moneta totale della valuta digitale è limitata a 21 milioni di bitcoin, 16 milioni di bitcoin sono già sul mercato da novembre 2017.

Poiché per creare nuovi bitcoin sono necessari computer estremamente potenti che consumano molta elettricità, il grande consumo di energia nel ‘mining’ è un altro punto criticato nel sistema.

I bitcoin possono anche essere scambiati tradizionalmente con valute esistenti. Il rapido aumento dei prezzi dei Bitcoin nel 2017 è stato causato, tra le altre cose, dai piani degli Stati Uniti per lo scambio di CME Futures, che vuole realizzare un prodotto finanziario sotto forma di un futuro Bitcoin. Ciò potrebbe consentire agli investitori di speculare su un prezzo bitcoin in aumento o in calo.