Infinito Guardiola: Manchester City campione d’Inghilterra con 5 giornate d’anticipo


In una giornata che sembrava totalmente favorevole per i cugini dello United il Manchester City si è laureato campione d’Inghilterra con ben 5 giornate d’anticipo. La squadra di Pep Guardiola, infatti, ha superato la difficile trasferta di Wembley contro il Tottenham battendo gli Spurs col risultato di 1-3, trovando la via del gol con Gabriel Jesus, Ilkay Gündogan e Raheem Sterling. A nulla è servita, per la squadra di Pochettino, la rete di Christian Eriksen che ha provato ad accorciare le distanze sull’1-2 al minuto 42.

Vittoria quindi importante in quanto non scontata per i Citizens, che erano pronti ad assistere allo stesso risultato in quel di Old Trafford, dove gli inseguitori del Manchester United hanno ospitato il fanalino di coda West Bromwich Albion ed i 3 punti sembravano quasi automatici. Ed invece, in maniera del tutto inattesa, la squadra di Mourinho è uscita sconfitta per 0-1 grazie al gol di Jay Rodriguez, che ha deciso la sfida ed il titolo di leader d’Oltremanica.

La Manchester blu si è quindi laureata campione per la quinta volta nella sua storia, tornando sul trono inglese dopo 4 anni, dalla stagione 2013-2014. A seguito di una campagna acquisti letteralmente faraonica mister Guardiola, per quanto riguarda il campionato, è riuscito a non tradire le attese, mantenendo un rendimento spaventosamente inarrivabile. La sua squadra ha infatti collezionato 28 vittorie su 33 partite, con 3 pareggi e sole 2 sconfitte: in tutto questo gli 11 di Pep hanno mantenuto anche la differenza reti più alta di tutto il campionato, fissata, per ora, sul +68 (93 gol fatti e 25 subiti). Al secondo posto, distaccata di ben 25 lunghezze, c’è la differenza reti del Liverpool, terzo in classifica con 78 reti realizzate e 35 subite.

Proprio i Reds, però, sono stati i carnefici del City in Champions, nonostante quest’anno, vista la grande qualità della rosa e l’esperienza europea di Guardiola, fosse lecito pensare che la squadra potesse arrivare quantomeno in semifinale. Invece gli uomini di Klopp sono stati abilissimi ad eliminare i “colleghi” inglesi, vincendo sia all’andata, col sorprendente risultato di 3-0, che al ritorno (1-2), qualificandosi per le semifinali della coppa delle grandi orecchie, nelle quali se la vedranno con la Roma di Di Francesco.

Difficile identificare una differente strada da percorrere per il club dello sceicco Mansur per raggiungere il successo, viste le enormi spese che da anni esercitano sul mercato e la scelta di uno dei migliori allenatori sulla piazza come guida tecnica: per far meglio, probabilmente, la campagna acquisti andrebbe impostata in modo tale da spendere meno soldi ma investendoli in profili più adatti alle esigenze della squadra. La causa principale dei deludenti risultati in campo europeo, infatti, sembra essere proprio l’inesperienza di molti giocatori che, nonostante siano costati tanto, hanno accusato diverse difficoltà a misurarsi con palcoscenici importanti.