Come scegliere il costume giusto in base allo stile di nuoto e al fisico


Non è sempre facile capire quale sia il miglior costume adatto al nostro fisico ed allo stile di nuoto che preferiamo: ecco una semplice guida.

Sia per quanto riguarda gli uomini che le donne è estremamente importante che il costume abbia una vestibilità aderente ma non troppo stretta: dovrà essere comodo da indossare e rimanere al suo posto mentre nuoti.
E’ importante che tu possa muoverti in tutta libertà. Per quanto riguarda la taglia, nell’incertezza tra due misure scegli sempre la più piccola dal momento che il tessuto è più elastico quando è bagnato.

Inoltre, il costume è strettamente legato alle prestazioni, dunque avrai bisogno di un modello che riduca al minimo la resistenza in acqua, ti fornisca supporto e copertura nei punti giusti e ti offra massima libertà di movimento. Soprattutto per quanto riguarda le donne, una caratteristica importante da non sottovalutare è la sgambatura che può essere alta, media o bassa. La scelta della sgambatura dipende dalle preferenze personali ma tieni presente che il taglio della gamba è uno degli elementi che contribuisce a creare un equilibrio visivo. Dunque, se non sei altissima, una sgambatura alta farà sembrare le tue gambe più lunghe, mentre un taglio basso slancia il busto.
Sempre nel caso delle donne anche la scollatura ha un ruolo fondamentale, anche se non a livello di prestazioni. Se hai la parte centrale del tronco più ampia, uno scollo a V attirerà l’occhio verso il petto e il viso, mentre una scollatura orizzontale porterà l’attenzione sulle spalle.

Facendo, invece, riferimento agli uomini è importante che il costume sia aderente, ma non troppo stretto. Nel caso in cui i tuoi allenamenti prevedano tuffi e virate, è consigliabile un costume con un laccetto in vita.
E se per il mare la maggior parte degli uomini preferiscono dei boxer oppure dei bermuda, i costumi non aderenti non sono adatti per il nuoto in piscina, addirittura sono vietati in alcune strutture. Gli slip sono i costumi da allenamento più diffusi. Offrono una copertura minima, ma molti nuotatori che si allenano con regolarità li considerano i più comodi, poiché consentono una completa libertà di movimento e riducono al minimo il rischio di irritazioni. Alcuni preferiscono gli shorts che offrono la stessa flessibilità e libertà di movimento, ma ti permettono di essere un po’ più coperto.
Altri, infine, scelgono i jammer che hanno una vestibilità aderente e sono molto più lunghi: arrivano a metà coscia oppure appena sopra il ginocchio.