UEFA – Come cambieranno Champions ed Europa League dalla prossima stagione


Il massimo organo di governo del calcio in Europa, l’UEFA, ha reso noti dei giorni scorsi i principali cambiamenti che coinvolgeranno le società che prenderanno parte alla prossima stagione di Champions ed Europa League.

Anche se l’attuale stagione di queste competizioni europee non si è ancora conclusa ed è possibile piazzare ancora la propria scommessa sulle squadre vincitrici delle competizioni sul sito Unibet, lo sguardo è già diretto verso la prossima Champions ed Europa League.

In riferimento alla Champions League, a subire delle importanti modifiche è principalmente il sistema di qualificazione. Le squadre che accederanno direttamente alla fase a gironi saranno 26: tra queste vi entreranno di diritto le squadre vincitrici dell’ultima Champions League e dell’ultima Europa League. Dopo di queste ci saranno le prime quattro squadre dei campionati in Spagna, Germania, Inghilterra e Italia. A seguire le formazioni che si sono classificate nelle prime due posizioni delle federazioni al 5° e 6° posto nel ranking: ovvero Francia e Russia. A concludere questa lista vi saranno le squadre vincitrici dei campioni nazionali delle federazioni dal 7° al 10º posto nel ranking: Portogallo, Ucraina, Belgio e Turchia.
Nel caso in cui la squadra detentrice della Champions League fosse già qualificata per la fase a gironi grazie al proprio piazzamento in campionato, il posto vacante verrebbe ricoperto dalla squadra campione della federazione all’11º posto nel ranking (Repubblica Ceca). Dall’altra parte, nel caso in cui la detentrice dell’Europa League si fosse già qualificata per la fase a gironi, il posto vacante andrebbe alla terza classificata nella federazione al 5° posto nel ranking (Francia).
I sei posti rimanenti verranno poi assegnati attraverso due percorsi di qualificazione: il percorso denominato “campioni” che prevede un torneo tra le squadre vincitrici dei campionati nazionali dall’11° posto del ranking in poi; il percorso delle “piazzate” che vede sfidarsi le terze classificate in campionato nelle federazioni al 5° e 6° posto nel ranking e le seconde classificate nelle federazioni dal 7° al 15º posto. Ogni squadra eliminata nelle qualificazioni di Champions League avrà una seconda possibilità in Europa League.
Oltre a questo, ci sarà una modifica nell’orario: ci saranno due fasce orarie nella fase a gironi: 18.55 e 21.00. Insomma, come succede oggi in Europa League.

Per quanto riguarda l’Europa League, invece, saranno 17 le squadre che accederanno direttamente ai gironi: due squadre delle federazioni dal 1° al 5° posto nel ranking ed una squadra per ognuna delle federazioni dal 6° al 12° posto.
Anche in questa competizione sarà presente il doppio percorso di qualificazione “campioni” e “piazzate”: a giocarsi i gironi nel percorso “campioni” saranno le formazioni eliminate nel percorso “campioni” di Champions League (8 posti). Mente nel percorso “piazzate” le rimanenti squadre delle altre 55 federazioni europee.