Home office: i consigli per lavorare da casa in remoto


Home Office, ecco come lavorare al meglio direttamente da casa!

La rivoluzione informatica ha creato anche un nuovo modo di intendere il lavoro, è infatti negli ultimi anni che il lavoro in remoto da casa si è diffuso sempre di più dando vita a una nutrita schiera di professionisti che lavorano direttamente dal proprio Home Office, utilizzando strumenti come Skype, social e e-mail. Il lavoro da remoto è una opportunità eccezionale capace di garantire un taglio delle spese e di permetterci di concentrarci su quello che dobbiamo fare, senza pensare a traffico, pause pranzo e qualsiasi altro elemento del classico ufficio. Lavorare da remoto significa poter gestire il proprio tempo, la problematica che si evidenzia però molto spesso è che questa situazione può degenerare in un calo delle performance o, peggio ancora in una situazione di superlavoro; ecco quindi alcuni consigli per gestire al meglio il vostro Home Office e lavorare da remoto con la massima efficienza.

Trovare una spazio da dedicare al lavoro: anche se lavoriamo da casa, è importante creare uno spazio dedicato esclusivamente alle attività lavorative. Questo serve sia per noi, creando di fatto un luogo lontano dalle distrazioni dove concentrarci e entrare in “modalità ufficio”, che per familiari e amici. Deve essere infatti ben chiaro come la nostra presenza in casa, non stia a significare la nostra disponibilità costante. L’ufficio deve essere ufficio e il lavoro, se pur da remoto, deve mantenere pur sempre una certa rigidità che ci permetta di impegnarci al massimo e concentrarci. È poi cattiva abitudine lavorare nella stanza dove dormiamo o magari dove ci svaghiamo, questa tendenza infatti crea una certa base di stress, specialmente per quanto riguarda la camera da letto, che potrebbe non permetterci di rilassarci come dobbiamo una volta terminate le nostre mansioni.

Darsi degli orari e rispettarli: importantissimi sono gli orari; il fatto che possiamo gestire il nostro lavoro da casa, significa che sì, abbiamo a disposizione una maggiore elasticità e possiamo di conseguenza dormire un’ora di più, o fermarci un attimo per riposare. Questo non significa che gli orari debbano essere costantemente violanti e questo non ci autorizza a modificare eccessivamente i nostri piani. L’ideale infatti è proprio definire degli orari da ufficio e rispettarli rigorosamente, senza rischiare di cadere nella pigrizia e nella non produttività. Avere un orario preciso aiuta a lavorare meglio, senza ritrovarci a finire progetti agli orari più svariati e, magari e perdere delle scadenze.

Mobili, accessori e soprattutto ordine: Un altro elemento da non trascurare è la mobilia. Per lavorare al meglio è necessario mettere in piedi un vero e proprio piccolo studio. È possibile realizzarlo dove vogliamo, l’importante è che ci sia uno spazio dedicato e accessoriato con tutti i gadget e i mobili che possono servirci per il lavoro; stiamo parlando di post-it, così come di evidenziatori, fogli, penne, periferiche usb, stampanti e tutto quello che può servire a seconda della professione. Importantissimo è che tutto questo sia in rigoroso ordine, può andar bene anche un certo disordine, sempre che sia il tipo di disordine all’interno del quale riusciamo a orientarci meglio. Tenere tutto a casaccio e lasciare che la nostra area da lavoro si trasformi in una zona caotica, non solo renderà più difficile reperire al volo quello che ci serve, ma agirà anche psicologicamente, rovinando il rigore lavorativo e peggiorando le nostre prestazioni rendendo più facile cadere nella distrazione.

Il lavoro in remoto è una grandissima opportunità, perché tutto vada bene e per continuare a crescere e migliorare nella nostra carriera, direttamente da casa, è importante seguire queste semplici regole che garantiranno migliori prestazioni e maggiore professionalità!